Azolfo 17+46

CORRETTIVI

AZOLFO

17+46

FERTILIZZANTE LIQUIDO PER FERTIRRIGAZIONE CONTENENTE AZOTO (NELLE TRE FORME) E ZOLFO

cisternette-correttivi
Cisternette kg. 1250
fusti-correttivi
Fusti kg. 250
taniche-liquidi
Taniche kg. 30

Nella maggior parte dei fertilizzanti lo Zolfo è spesso contenuto in una forma efficace ma facilmente dilavabile, dando quindi un effetto intenso ma di breve durata. AZOLFO 17.46 contiene invece lo Zolfo come S2O32- in cui due atomi di Zolfo sono combinati con tre atomi di ossigeno. Nel terreno, lo ione S2O32- produce ioni solfato (SO42-), a pronta azione, e Zolfo elementare (S), ad effetto graduale e non dilavabile. L’elevato potere ‘riducente’ di questo prodotto permette l’assimilazione degli elementi nutritivi del terreno “bloccati” nella forma ossidata. Un altro importante vantaggio dell’AZOLFO 17.46 è la sua capacità di ridurre le perdite d’Azoto per volatilizzazione e dilavamento. Utilizzato in combinazione con altri fertilizzanti azotati, agendo come inibitore dell’enzima ureasi e della nitrificazione, riduce la lisciviazione dei nitrati e la volatilizzazione dell’ammoniaca e permette l’assorbimento graduale dell’Azoto presente(*). L’effetto fungistatico dello Zolfo fa dell’AZOLFO 17.46 un formulato che, oltre a conferire un miglior nutrimento alle piante, le rende più sane. L’acidificazione indotta dalle reazioni di trasformazione del formulato permette inoltre l’utilizzazione degli elementi nutritivi resi inattivi dalla natura calcarea del terreno.

(*) Come indicato nella Relazione Conclusiva del Contratto no AIR3-CT94-1953 in cui sono mostrati i risultati ottenuti nel progetto di ricerca sull’S2O32- condotto da vari Istituti Europei.

Composizione

Azoto (N) Totale 17%
Azoto (N) Nitrico 2,0%
Azoto (N) Ammoniacale 10,5%
Azoto (N) Ureico 4,5%
Anidride Solforica (SO3) solubile in acqua 46%

Dosi e modalità d'impiego (in fertirrigazione)

Agrumi 150-200 Kg/Ha
Fruttiferi 100-200 Kg/Ha
Vite 100-150 Kg/Ha
Colture ortive da pieno campoe in serra 30-50 Kg/Ha
Colture floricole 30-50 Kg/Ha

La scelta del dosaggio è sempre in funzione di diversi fattori (età delle piante, stadio fenologico, avversità climatiche, temperatura ecc.) e può essere variata in più o in meno.
NON MISCELARE CON PRODOTTI A REAZIONE ACIDA. Evitare di colpire direttamente la vegetazione. In caso di miscela con altri fertilizzanti fluidi ed in polvere effettuare una prova per assicurarsi della perfetta compatibilità. È preferibile non miscelare con erbicidi, insetticidi ed anticrittogamici. Evitare il contatto diretto con le mani, la pelle e soprattutto gli occhi.